Lugano - MME Consulting

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lugano

Relazione Tecnica


  • Relazione Tecnica inerente l’intervento di Risanamento Ripristino del Calcestruzzo, delle Facciate e Pavimentazioni in Resina Epossidica da eseguirsi presso la Palazzina sita in LUGANO -TI-.






  • OSSERVAZIONI GENERALI;

Lo stabile visionato, ci richiede di suddividere gli interventi in tre Tipologie e più precisamente:
Ripristino del Calcestruzzo;
a- Pavimentazione dei Terrazzi in Resina Epossidica;
b- Protezione delle Facciate.
La struttura in Calcestruzzo a vista nel suo complesso si presenta fortemente compromessa, infatti sono evidenti i danni da Carbonatazione sia sui balconi che sullo scheletro della struttura in modo particolare nella zona a Nord.
Anche le pavimentazioni realizzate in quadrotti di calcestruzzo sono fortemente ammalorate.
Le facciate in mattone a vista si presentano ancora in buono stato, solo in qualche zona alcune fughe iniziano ad impoverirsi; a tal proposito, visto che si dovranno installare dei ponteggi per il ripristino del calcestruzzo, sarebbe una buona cosa effettuare un trattamento protettivo alle stesse.


  • Ripristino del Calcestruzzo:






La struttura in calcestruzzo come possiamo vedere dalle foto, si presenta fortemente ammalorata, ciò dovuto alla Carbonatazione del calcestruzzo, dove l’anidride carbonica aggredendo i ferri d’armatura ha fatto si che questi aumentassero la loro sezione provocando fenomeni di scoppio del calcestruzzo.
Per bloccare tale fenomeno si rende necessario un intervento preciso e corretto, liberando i ferri ammalorati e ricoprendoli con un passivante che non permetta più l’aggressione agli stessi nel tempo.

L’intervento vedrà dapprima un’accurata preparazione dei ferri d’armatura, mediante sabbiatura liberando gli stessi per almeno cm.1.=
Si procederà quindi con una passivazione dei ferri, andando a ricoprirli totalmente così da preservarli nel tempo.
L’intervento di ricostruzione delle vecchie forme geometriche avverrà con l’impiego di malte specifiche caricabili in una sola mano.
Negli anni, visto il comportamento del calcestruzzo, è stato sfatato il mistero che lo stesso ed in particolare quello faccia-vista non necessiti di protezione,  a tal proposito si dovrà intervenire con un trattamento protettivo Anticarbonatazione, che omogenizzerà il ns. calcestruzzo, sia nella parte esterna soggetta alla pioggia battente che la parte interna dei balconi, preservandolo negli anni a venire.


  • TERRAZZI;





Anche la pavimentazione dei terrazzi, realizzata in quadrotti di cemento, si presenta deteriorata dall’aggressione delle spore generate dal depositarsi di acqua meteorica.
Sarà quindi indispensabile anche in questo caso provvedere ad una sabbiatura o idrolavaggio della pavimentazione alfine di rimuovere tutte le incrostazioni di muschi e sporcizia.
Una volta preparato il supporto, si procederà alla realizzazione di una pavimentazione monolitica in resina Epossidica a base acqua permeabile al vapore e finita con un grado di Antiscivolo classe R 11 che vedrà il seguente ciclo di applicazione:
a- Primer epossidico;
b- Rasatura con resina caricata con quarzo, alfine di saturare le fughe e non farle apparire in superficie in fase di finitura;
c- Realizzazione delle sgusce;
d- Prima mano di resina additivata con microsfere;
e- Seconda mano di resina sempre additivata con microsfere;
f- Finitura trasparente Poliuretanica resistente ai Raggi U.V.
Il trattamento antisdrucciolo e la finitura Poliuretanica, vista la tipologia di intervento si rendono indispensabili; l’antisdrucciolo alfine di evitare scivolamenti su un supporto perfettamente liscio, il protettivo per preservare negli anni un’eventuale viraggio del colore dovuto ai raggi U.V.


  • FACCIATE;






Relativamente alle facciate, ci permettiamo di suggerirVi, come precedentemente citato, un intervento protettivo che permetterà al calcestruzzo ed in modo particolare al mattone faccia-vista di mantenersi nel tempo.
Una corretta prevenzione, porterà solo ad un risparmio economico nel tempo, non solo nel dover nuovamente impiantare un Ponteggio ma, un intervento sulle fughe che si andranno sempre più ammalorando, oltre ad una escursione termica all’interno degli appartamenti, causando ponti termici e generazione di muffe, provocata dall’umidità trasmessa dalla muratura che assorbe l’acqua battente.

NOTA:

Tutti i cicli di intervento, sulle Facciate sul Calcestruzzo e sulle Pavimentazioni, sono permeabili al Vapore Acqueo, particolare fondamentale per una struttura, inoltre sono specifici contro la formazione di Muffe, Alghe e Spore, ai cicli di Gelo e Disgelo, che, andrebbero ad aggredire i nostri supporti.

  • CONCLUSIONI

Riteniamo con la presente relazione tecnica di aver dato un primo inquadramento della situazione a seguito del breve sopralluogo effettuato, siamo a disposizione per eventuale incontro tecnico per definire e puntualizzare quanto sopra riportato e di poter eseguire un sopralluogo nel momento in cui i ponteggi sono montati alfine puntualizzare e verificare gli interventi.
Le scelte riportate sono frutto della ns. esperienza maturata nel settore nel corso degli anni.



 





Torna ai contenuti | Torna al menu